BRANCA, Giovanni

Le Machine. Volume nuovo et di molto artificio da fare effetti maravigliositanto Spiritali quanto di Animale Operatione, arichito di bellissime figure con le dichiarationi a ciascuna di esse in lingua volgare e latina. All'Ill. monsignor Tiberio Cenci Vescovo di Iesi.

Roma, ad istanza di Iacomo Manuci per Iacomo Mascardi, 1629,

in-4, 80 fogli complessivi in tre sezioni, numerate: (3), 1-40; 1-14; 1-23, leg. coeva in p. pelle, tassello e fregi oro al dorso. Titolo entro bordura architettonica figurata inc. in rame; illustrato da 77 tavole in silografia a piena pagina nel testo al recto di altrettanti fogli, di varie e interessanti macchine. Prima ed unica edizione di grande opera classica di tecnologia del Seicento, l'ultima della trattatistica rinascimentale. Il Branca (1571-1645) si segnalò in opere di architettura a Roma, a Loreto e Assisi, e la presente opera gli assicurò un posto di primo piano tra gli scrittori di trattati scientifici, precursori della tecnica meccanica moderna. Vi espone (fig. 25) la progenitrice delle moderne turbine a vapore ad azione, cioé l'applicazione della potenza espansiva della turbina. La grande rarità di questo libro è dovuta alla presente unica edizione data alle stampe ed alla sua scarsa diffusione, contrariamente a quanto avvenne per le opere analoghe di Zonca e Besson, che conobbero svariate edizioni in diverse lingue. Bell'esemplare, assai puro (lievissimo arrossamento uniforme della carta).

Dibner, Heralds of Science 175. Riccardi I, 188-9: «Raro e ricercatissimo». Horblit 172. Wheeler Gift 96. Cultura delle macchine p. 46 e 90. Manca alla Hoover Coll. e al Cat.Vinciana.

€ 8.500