VERRI, Alessandro

Le notti romane.

Firenze, presso il Magheri, 1827,

2 parti in un vol. in-24, (113x77mm),  pp. 201, (3 bianche); 197, (1 b.); elegante legatura del tempo m. pelle, filetti e tit. oro al dorso. Opera di chiaro gusto pre-romantico, e tipico caso di finzione letteraria, si immagina infatti che il testo sia la traduzione di un manoscritto greco allora venuto alla luce. L'inganno riuscì talmente bene che l'autore finì col rivelarsi: "Non è traduzione, ma romanzo originale del cav. Alessandro Verri, milanese (…) altrove ebbe il meritato onore di varie ristampe" (Melzi, I, 103). Bell'esemplare.

€ 150