RICHERIUS, Ludov. Caelius

Lectionum antiquarum libri XXX recogniti ab auctore, atque ita locupletati, ut tertia plus parte auctiores sint redditi...

|Basileae, Hier. Frobenius et Nic. Episcopius, 1550,

2 vol. in-folio, pp. (252), 1182, (2), numeraz. continuata; bel carattere tondo e corsivo; bella leg. del XVIII sec. in p. vitello avana con tit. e fregi oro sui dorsi, riquadri oro sui piatti, pizzo int., tagli dor. Marca tipogr. sul frontesp., ripetuta in fine; grandi e piccole iniz. stor. ed ornate su fondo ''criblé''. Esempl. ''règlé'' ad ogni pagina con filettature d' inchiostro bruno. Stimata edizione di quest'immenso ''zibaldone'', monumento di erudizione, in cui l'autore ( Luigi Ricchieri, filologo ed umanista di Rovigo,1469-1525) raccolse i frutti delle sue innumerevoli letture e le sue osservazioni sui testi studiati e commentati durante i lunghi anni d'insegnamento nella città natale, in varie città dell'Emilia e del Veneto ed a Milano, dove fu bene accolto e stimato dal governatore Grollier, cui dedicò quest'opera. Oltre la miriade d'informazioni filologiche ed archeologiche, vi si trovano 10 capitoli relativi alla musica dei Greci e dei Romani. «Ce recueil s'étend...toutes les branches des connaissances humaines; mais l'auteur s'attache principalement...discuter le sens philologique des innombrables passages d'écrivains anciens qu'il a extraits...» (Hoefer, NBG XLII, 134). Magnifico esempl.internamente, in bella legatura con qualche abrasione, restauri agli spigoli ed alle cuffie, cerniere deboli.

STC, German Books, 740. Adams, R-452.
€ 2.000