RAPIN, Reneé

Les artifices des heretiques.

A Paris, chez Sebastien Mabre-Cramoisy, 1681, in-12, pp. (12), 444, leg. settecentesca in p. pelle, dorso a nervi con fregi e tit. oro al dorso, tagli spruzzati. Vignetta al tit., testatine e finalini. Prima edizione della libera traduzione ad opera di René Rapin (1621-1687) del "De Fraudibus ereticorum" che Gilles Estix , padre gesuita (1624-1694), pubblicò sotto lo pseudonimo di François Simonis. Si tratta di una violenta condanna soprattutto ai giansenisti e alla loro dottrina denunciata come un'impostura; il testo è preceduto da una dedica ai vescovi e arcivescovi di Francia. Buon esempl. Barbier Anonymes, I, 303.
€ 600