Manoscritto: INNI - SALMI - CANTICI

MANOSCRITTO RELIGIOSO - Traduzione in volgare dall'originale latino.

Importante manoscritto del secolo XVII, su carta in bella grafia corsiva. Probabile unico esemplare di questa originale versione il lingua volgare. Volume in-4 (mm 215x165), pp. 507 numerate e scritte su entrambe le facciate in chiarissima grafia, 6 pp. di Indice n.n. scritte da altra mano, 8 ff. bianchi. Legatura coeva in pergamena floscia con legacci in seta di chiusura. Interessante inedita versione in rima ed in lingua volgare di autore ignoto (unico probabile indizio per l'identificazione dell'autore è un sigillo nobiliare che compare al primo f. sotto l'incipit della Prefazione, ma scarsamente leggibile): ''Ho cantato in rima gli Himni tutti che si leggono nell'Offizio Romano, et alquanti Cantici e Salmi''. Si divide in Prefazione (pp. 1-8), Parte Prima (pp. 9-344), Parte Seconda (pp. 345-408), Parte Terza (pp. 409-498), Cantico (pp. 503-507), Indice. Ogni singola composizione poetica è preceduta da un riassunto del contenuto, spunti e note di commento. Indirizzate principalmente ai sacerdoti. L'opera è databile verso l'inizio del Seicento, probabilmente sulla scia delle concessioni, in ambito liturgico, fatte alle lingue nazionali in tale periodo. Ottimo esemplare di testi manoscritti assai interessanti.
€ 2.200