SONETTI Manoscritti

Manoscritto su carta.

in-8 (mm 200x140), ff. 95 (numerati per errore 88 in alto a destra dalla stessa mano che compila il testo), legatura coeva in pergamena, al dorso manoscritta antica collocazione e probabile attribuzione a Beverini. Chiara e leggibile grafia corsiva. Interessante raccolta di poesie in latino, in varie forme metriche (elegie, odi, trionfi...), dedicate a Santa Caterina da Siena; importante sottolineare che alcuni versi sono però dedicati a Mattia d'Asburgo (1557 – 1619), re di Boemia e di Ungheria, Reggente del Sacro Romano Impero e Imperatore dal 1612 alla sua morte. I primi due versi di molte composizioni iniziano con frasi anagrammate (per esempio: Catharina Diva et Regina / Cara, Digna Vita aeterna; Matthias Austriacus Imperator / Sanctus Atra Hasta mortis perit). Tra i versi compare una sorta di dedica a Marco Antonio Gilio, Decano di S. Michele a Lucca (Marcus Antonius Gilius / Musis Carus non vigilat). Le prime due pagine sono invece vergate in greco e comprendono un Epitaffio. In fine la stessa mano annota una serie di spese di affitto e introiti derivanti da lezioni private tenute a Casa Martini (Lucca ?). Si tratta quindi di una sorta di taccuino personale molto probabilmente di un dotto religioso che di professione faceva l'insegnante, che annotò una serie di inediti componimenti a scopo di meditazione religiosa ed esercizio letterario. L'attribuzione proposta al dorso del volume a Bartolomeo Beverini, insigne mariologo del XVII secolo, risulta incompatibile poiché nacque nel 1629, e le annotazioni in fine recano date tra 1620 e 1626. Sulla sguardia anteriore ex libris manoscritto di difficile lettura (Paolinii San Zenii Lucensis Patricii). Buon esemplare.. .

€ 1.200