BONAVENTURA, Santo

Meditationi devotissime...

Fondate sopra la passione del Nostro Signore Iesu Christo. Nuovamente hystoriate et in lingua tosca corrette. (In fine:) Stampate nella inclita cirta (sic) di Vineggia appresso santo Moyse nelle case nuove Iustiniane: per Francesco di Alessandro Bindoni & Mapheo Pasyni, del mese di Marzo, 1526

in-8, ff. 64 n.n. (A-H8), bella legatura d'amatore in marocchino granata con duplice ordine di bordure con terminazioni angolari vegetali ai piatti al centro dei quali sono impressi in lettere capitali il titolo dell'opera (al piatto anteriore) e le note tipografiche (a quello posteriore), dorso a nervi riccamente ornato, il tutto impresso in oro; ricche dentelles interne e firma Zaehnsdorf al contropiatto anteriore. Joseph Zaehnsdorf (1816-1886) fondò a Londra nel 1842 una delle più celebri legatorie del XIX secolo. Edizione magistralmente illustrata da un grande legno (mm 95x60) sotto il titolo impresso in rosso e nero in caratteri gotici raffigurante la Crocifissione, tratta dall'edizione del Messale Romano dello Stagnino del 1506. Al verso del titolo altra Crocifissione a piena pagina (mm 116x75), nel testo altre 13 vignette a 1/3 di pagina illustrano scene della vita e della morte di Cristo. Rarissima edizione, non censita in nessuna biblioteca pubblica italiana, di questa traduzione anonima in volgare delle Meditazioni sulla Passione di Christo, testo attribuito a San Bonaventura (1221-1274) che ebbe varie edizioni latine a partire dal XV secolo presso stampatori di città d'Europa. Bindoni e Pasini rinfrescarono la presente edizione ristampandola nel 1531 e 1537, rarissime anch'esse, tanto che di quest'ultima è noto un solo esemplare alla Biblioteca Cini di Venezia. Ottimo esemplare accuratamente rinfrescato.

Sander 1201. Essling 424. Manca a Mortimer, STC e Adams.
€ 5.200