()

MERETRICI, Governo di Venezia

 Parti prese nel Conseglio di X in materia di Meretrici (Pinelli, 1615). (Con:)

Terminatione dei Provveditori alla Sanità (1628). (Con:) Ordini delli Essecutori contra la Biastemmia … in materia di Meretrici(1633).  3 parti in un vol. in-4 (22x17), pp. (8) + (4) + (8), al titolo di ognuna vignetta xilogr. con Leone di San Marco, in bella carta decorata a fiorami gialli e rosa; in perfetto stato. I)“con troppo dissoluta e licentiosa maniera di vivere hanno avuto ardire…. Trapassano a tal segno di immoderata sfacciataggine” sarà proibito alle pubbliche meretrici “l'andar in barca...di giorno o di notte in maschera con batticoppa de felzi … alla feste o nozze nobili, sagre feste, balli di villa, chiese, fiere, giochi di carte, di dadi”, pena la Prigione e che venga loro “tagliato nasso o orecchie tra le due colonne di San Marco, poste in berlina e frustate da San Marco e Rialto”. II) “E' talmente accresciuta l'audacia e temerità delle Meretricie e Cortegiane… particolarmente nelle Chiese commettere infiniti scandali”. Divieto quindi per le prostitute di frequentare le chiese e di “vestir l'habito di figliola Donzella con fazziol bianco di seta”. III) Ripete in pratica le disposizioni precedenti, compreso che “li barcaruoli, carrozzieri e servitori che non venissero a denontiarle immediate, restino condennati per huomini da remo con li ferri ai piedi per anni cinque”. Tre inusuali bandi con severissime punizioni per le prostitute, in perfetto stato. 

 

€ 550