BUOMMATTEI, Benedetto

Modo di consecrar le Vergini,

secondo l'uso del Pontifical Romano. Con la dichiarazione de' misteri delle cerimonie, che in quell'azion si fanno. Aggiontovi in fine l'Ordine, che in alcuni monasteri si tiene nel dar l'abito a esse Vergini, e nel ricever da loro i voti, e velarle. Venezia, Antonio Pinelli, 1622, 2 parti in un vol. in-4, pp. (16), 147, (1), leg. coeva p. perg. Titolo generale a stampa rossa e nera, con marca tipogr.; front. proprio per la seconda parte "Modo di dar l'abito alle vergini" (che inizia a pag. 113). La prima parte è dedicata dallo stampatore al Padre Gabriele Laira, la seconda dall'autore alla sorella Suor Ippolita Buommattei. Nel testo vi sono numerose pagine di canto gregoriano col tetragramma in rosso. Prima edizione di interessante opera che descrive e spiega le varie cerimonie della professione, o consacrazione, delle "spose di Cristo"; il Buommattei (Firenze 1581-1647, prete, grammatico e professore all'Università di Pisa, autore tra l'altro del trattato "Della lingua toscana") la compose quale frutto dell'incarico di direttore spirituale e temporale dei monasteri femminili ricoperto negli anni 1608-1611. Perfetto esempl., molto raro. Razzolini 77. Michel-Michel I, 226. Manca a STC, XVII sec. ed alla Vinciana.
€ 1.600