GALEOTTI, Niccolò

Museum Odescalchum, sive thesaurus antiquarum Gemmarum cum imaginibus in iisdem insculptis, et ex iisdem exsculptis.

Quae a serenissima Christina Suecorum regina collectae in Museo Odescalcho adseruantur, et a Petro Sancte Bartolo quondam incisae, nunc primum in lucem proferuntur. Romae, sumptibus Venantii Monaldini ... Ex Typographia Sancti Ignatii. Excudebat Joannes Generosus Salomoni, 1751-1752,

2 parti in 1 vol. in-folio, pp. (4), XLVIII, 60, XLIX tav. f.t.; XVII, (1), 132, LIII, tav. f.t(i.e. LV, il n. 35 ripetuto su tre tavole) . Leg. coeva in m. pelle, impressioni vegetali e duplice tassello al dorso. Completo delle 104 illustrazioni f.t., vignette ai tit., iniziali, testatine, finalini, stemmi della famiglia Odescalchi incisi, tit. in rosso e nero. Prima edizione completa del testo composto da Niccolò Galeotti, il cui nome si desume dalla dedica al ''Lectori benevolo''. Le tavole dell'opera, incise dal Bartoli, erano già apparse a Roma nel 1747, ma le loro spiegazioni furono appunto impresse per la prima volta tra 1751 e 1752. Le tavole f.t. rendono l'idea della ricchezza della collezione della regina Cristina di Svezia, passata dopo la sua morte a Livio Odescalchi duca di Bracciano e nipote di Innocenzo IX. Ottimo esemplare a pieni margini.

Cicognara 2745. Murray III, p. 62. Vinet 1622. Graesse I, p. 303.
€ 2.500