JUVENALIS, Decimus Junius

Opus. Interprete Joanne Britannico viro eruditissimo. Una cum Jodoci Badii Ascensii familiaribus explanationibus. Cum figuris apre appositis.

(In fine:) Venetiis, ex aedibus Ioannis Tacuini de Tridino, MDXXII die XXII Octobris (Venezia 1522),

in-folio (mm 297 x 203), ff. (6), CLXII (segn.: A-T8, V10). Leg. moderna in mezza pelle e angoli, tit. oro al dorso a nervi. Testo in carattere romano di modulo variabile su due colonne di 70 linee, titolo in carattere gotico in inchiostro rosso e nero entro larga bordura silografica, al centro della pagina impresa edit. raffigurante S. Giovanni Battista e l'Agnello con il motto "Ecce Agnus". Sedici vignette silografiche di varie dimensioni, tratte dall'edizione del 1512, illustrano gli incipit delle singole Satire. Bella e non comune edizione con il commento del Britannico (1462-1518) e di Bade Josse (1462-1535). Precede l'opera un puntuale indice; il commento del Britannico (apparso per la prima volta nel 1501) "per tutto il secolo... [fu] preferito a quello di altri umanisti famosi" (DBIt XIV p. 342). Le Satyre in esametri del poeta satirico Giovenale (55-135 d.C.) apparvero per la prima volta a Roma nel 1496 e conobbero un notevole successo editoriale. Rara edizione (censita in sole 12 Biblioteche italiane). Buon esemplare.

Sander II, 3739. Essling 792. Cat. Olschki 4717. STC altre ediz. Adams J-758.
€ 1.950