Oratione del s. P.A. da Barga, fatta in Fiorenza nell'essequie del re Arrigo Valesi re di Francia. A 6. d'agosto 1559. Tradotta in volgare.

In Bologna, per Alessandro Benacio, & Giovanni Rossi compagni, 1559

in-4, ff.8, elegante cartone blu scuro ottocentesca, con autore e titolo impresso in grandi capitali in oro. Al frontespizio grande stemma con i tre gigli di Francia, carattere corsivo, di formato maggiore per la Canzone sopra la morte del re Arrigo II, che figura agli ultimi due ff. Enrico II di Valois, secondogenito di Francesco I, divenne re di Francia dal 1547, dopo aver sposato nel 1533 Caterina de' Medici. Fu influenzato fino alla morte dall'amante Diana di Poitiers, con cui condivise anche la passione per la bibliofilia. Riprese la lotta contro Carlo V, nel 1552 s'impegnò contro gli Spagnoli in Piemonte, aiutando poi i Senesi ribelli, finanziando Piero Strozzi e i fuoriusciti fiorentini; dopo la sconfitta di San Quintino (1557) fu costretto alla pace di Cateau-Cambrésis (1559). Poco dopo fu ferito mortalmente in una giostra. L'opuscolo faceva parte di una raccolta di placchette, riportando in alto una numerazione mss. da 212 a 219 e l'annotazione Vedi voi la Oracion di diversi racolte dal sançuino, parte p.ma fol.72 dove legervi la presente orazioni. Rarissimo. Buon esemplare a grandi margini, con qualche restauro ai margini interni e a falla della carta al terzo foglio, che tocca qualche lettera.

€ 2.200