LANDRIANI, Paolo

Osservazioni sui difetti prodotti nei teatri dalla cattiva costruzione del palco scenico e su alcune inavvertenze nel dipingere le decorazioni.

(Segue:) Aggiunta alle osservazioni sui teatri e sulle decorazioni. Milano, Cesarea Regia Tipografia, 1815-18, 2 parti in un vol. in-4, pp. 53; 43 (entrambi num. a partire da 10, i due frontespizi architettonici incisi all'acquatinta da Albertolli, sebbene fuori testo, sono compresi fra i preliminari); legato in bel cartone decorato coevo. Landriani fu architetto e scenografo al Teatro alla Scala di Milano dal 1792 fino alla morte. Innovativa fu la sua critica nei confronti della scenografia barocca, auspicando egli un sistema di regole neoclassiche per la decorazione delle scene. Oltre ai 2 bellissimi frontespizi architettonici impressi all'acquatinta di seppia, l'opera è adorna di 10 tavole incise e più volte ripieg. f.t., di piante e spaccati. La sua rara opera analizza dettagliatamente il palco, il proscenio, le scene, le quinte, le prospettive, i chiaroscuri... Alcuni anni dopo fu corredata di altre due appendici. Bellissimo esemplare, con timbro di stamperia sull'occhietto. Cicognara 760 (senza menzione delle appendici). Berlin Katalog 2801 (con appendice del 1824).
€ 2.300