LANCI, Michelangelo

Osservazioni sul bassorilievo fenico-egizio che si conserva in Carpentrasso.- (Con:) Illustrazione di un kilanaglifo

copiato in Egitto da Sua Eccellenza Signor Barone d'Icskull. Roma, Franc. Bourlié, 1825,

2 parti in un vol. in-4 gr., pp.152; 48; legatura del tempo m. pelle verde, tit. e fregi oro al dorso, tagli gialli. Dedica dell'a. al Cavaliere d'Italinski, ministro plenipotenziario russo presso la corte di Roma. Con 3 tavole inc. f.t. da G.B. Cipriani raffig. il bassorilevo, l'alfabeto fenicio ed il kilanaglifo (cioè il ''bassorilievo scolpito entro poco incavo'', v. pag.5). Dotto studio di traduzione ed interpretazione su questo reperto archeologico fenicio-egizio. Il Lanci fu noto esperto in lingue otientali della Biblioteca Vaticana ed autore di svariate altre consimili opere. Edizione di soli 100 esemplari ''in carta real grande velina''. Ottimo esempl.

Brunet III, 808. Graesse IV, 93.
€ 350