PREGIUDIZJ (DEI) DEL CELIBATO

ovvero riforma del Clero Romano. Trattato teologico-politico del C.C.S.R.

Con annotazioni del medesimo autore. Costanza, s.t., 1766, in-16, pp. VIII, 39, legatura cart. muto. Melzi (I, 193) ci informa che era apparso l'anno precedente nel Regno di Napoli e che ne fosse autore un certo abate Tosini. Vi si afferma che, a conti fatti, per il bene spirituale e sociale, sarebbe opportuno lasciare al clero la libertà di sposarsi o meno: ''si comandi il celibato, ma non s'imponga necessariamente a chi si ascrive al clero'' (dalla prefazione). Interessante e curioso opuscolo. Melzi, Anonimi I, p. 193
€ 200