ARGOLI, Andrea

Pandosion sphaericum.

In quo singula in elementaribus regionibus, atque aetherea, mathematicè pertractantur. Editio secunda emendatior, et auctior. Patavii, Typis Pauli Frambotti, 1653,

in-4, pp. (24), 354, leg. moderna p. pelle, tit. oro al dorso. Seconda edizione più ampia della prima (apparsa presso lo stesso stampatore nel 1644) di questo trattato astronomico di grande valore scientifico. «E' un esteso trattato di astronomia, ove però l'a. introduce qualche principio di astrologia» (Riccardi p. 50.9.2). Argoli (1570-1657) fu professore di matematica a Padova. E fu col Riccioli uno dei più fieri oppositori di Copernico in Italia, e il suo sistema è delineato in quest'opera: Mercurio e Venere sono satelliti del Sole, e con gli altri pianeti ruotano intorno alla terra. Il volume è illustrato da una tav. f. t. che riporta una carta lunare, e da figure in legno e rame nel testo che riportano i sistemi di Tolomeo, di Copernico, di Tycho Brahe e quello dell'autore.

Lalande, p.219. DSB I, 244-245. Thorndike, History, VII, 122 nota 153. Cat. Vinciana II, 1505 (I ediz). Cantamessa I, n.339.
€ 1.000