VIDA, Marco Girolamo

Poemata Omnia quae ipse vivens agnoverat; duobus voluminibus comprehensa.

Editio omnium emendatissima curantibus Jo. Antonio, et Cajetano Vupliis fratribus. Patavii (Padova), Josephus Cominus, 1731, 2 vol. (il secondo in 2 parti) in-4, pp. XX, 436; XVI, 183, (1); 178, (2); leg. coeva p. perg. Con un bel ritrattto dell'a. in ovale finem. inc. in rame da M. Heylbrouck, testatina inc. con medaglia del Vida all'inizio del II vol., impresa tipogr. su entramb i tit., stemma dei Volpi, testatine, finaletti ed iniz. silogr. Magnifica edizione collettiva, ricca e molto stimata, nitidamente impressa e filologicamente corretta ad opera dei fratelli Volpi. Comprende: ''Christiados libri sex'' preceduti dagli argomenti scritti in latino da G. Aug. Botta (poema della Redenzione divina); ''Hymni de rebus divinis''; ''Poeticorum libri tres'' preceduti dalla dedica del Vida alla città di Cremona e dalla prefazione di Paolo Tartesio (una sorta di ''ars poetica'' del Rinascimento); ''Bombicum libri duo'' (sulla coltura dei bachi da seta); ''Scacchia ludus'' (parodia mitologica con protagonisti Apollo e Mercurio); ''Carmina diversi generis''; ''Dialogi de Reipublicae dignitate, seu civilis societatis, ad Reginaldum Polum Cardinalem''; in fine alcune lettere di Vida, in latino ed in volgare, ad illustri personaggi del tempo e di Bembo, Sadoleto e Calcagnini al Vida. Chiude la ''Appendix'' con lodi e notizie bio-bibliografiche dell'autore. Marco Gerolamo Vida (Cremona 1490 - Alba 1566) fu dotto umanista e stimato poeta neolatino, vescovo di Alba fin da l 1532, tra i più facondi e preparati partecipanti al Concilio di Trento. Esempl. perfetto. Volpi, Stamperia Cominiana, p. 518. Brunet V, 1181: «Bonne édition, la plus correcte et la plus recherchée». Graesse VII, 302. Choix d'Olschki VIII, 12459.
€ 1.100