SABELLICUS

Rapsodiae historiarum Enneadum... ab orbe condito pars prima (-posterior) quinque complectens Enneades:

praemissis earundem repertoriis auctis & recognitis ab Ascensio cum authoris Epitomis. (Parigi), venundatur in Parrhisiorum Academia ab Ioanne Parvo et ipso qui impressit Ascensio, 1516-1513,

The volumes are in their original uniform contemporary, probably Neapolitan gilt-tooled red morocco, over pasteboards. Tooled in blind and gold to a panel design, broad gilt border formed from repeated impressions of a ‘peacock's tail' motif, central gilt arabesque, small floral tools at inner and outer corners of border, lower covers lettered in gilt ‘enneadvm sabellici pars prior.' and ‘enneadvm sabellici pars posterior' respectively. Remains of four pairs of ties, edges speckled in red and blue. Slightly rubbed, skilful repairs at foot of spines and corners, small areas of re-gilding. De Marinis describes a very similar binding on a Cyrillus Alexandrinus (Paris 1508) now in the Museo Civico di Arte Antica, Turin. It is assigned to Naples, and displays the same ‘peacock's tail' tool, along with similar lettering on the lower cover (Legatura artistica in Italia, t, no. 272, pl. liii).

2 vol. in-folio, ff. (22), CCCXCIIII; (18), CCCLV (i.e. 353), (1 bianca), magnifica legatura parlante con bordura a coda di pavone, titoli ai piatti posteriori, fregi vegetali angolari e al centro dei piatti rosone. Identica bordura, rosone e tipo di scritta si riscontra nel Cyrillus Alexandrinus Paris 1508 ora al Museo Civico di Torino riprodotta dal de Marinis I, 272, tav. LIII, attribuita al contesto napoletano dal celebre studioso. Titoli impressi in rosso, racchiusi in eleganti cornici silogr. a motivo architett. a quattro scomparti con fig. umane, animali fantastici, putti, panoplie, ecc., al centro grande impresa raffig. il torchio tipografico. Un centinaio di splendidi capilettera criblé su fondo nero, molti istoriati su 14 linee altri su 10, uno all'inizio di ognuna delle 11 ''Enneas'' ed uno all'inizio di ciascun ''Libro'' e di ogni argomento dei singolo libro. Stimatissima edizione dell'opera principale del Sabellico, una storia universale del mondo dalla creazione al Quattrocento, apparsa per la prima volta nel 1498 ed ampliata sino al 1504. Nota di possesso di Giorgio Trivulzio (1542-1612) alle sguardie e su ciascun frontespizio: fu membro del Collegio dei Giureconsulti di Milano e divenne senatore nel 1571. La sua importante e vasta biblioteca venne smembrata a metà del XIX secolo. Bellissimo esemplare in importante legatura (napoletana ?) del XVI secolo.

Renouard, Badius, p. 225.
€ 28.000