LUNADORO, Girolamo

Relazione della Corte di Roma.

Già pubblicata del cav. Lunadoro, quindi ritoccata, accresciuta ed illustrata. Da Fr. Antonio Zaccaria ora nuovamente corretta. Roma, Tipi Giunchi e Comp. 1830, 2 parti in 1 vol. in-8, pp. 192; 182, (2); attraente leg. coeva m. pelle, tit. e fregi oro al dorso. Pregevole edizione ottocentesca di quest'opera che, scritta per istruzione d'un Cardinale De' Medici, ebbe immensa fortuna (se ne contano almeno 23 edizioni nel corso del XVII sec.) ''et qui fit texte pour la connaissance de la cour de Rome et les façons de s'y conduire pendant un siècle et demi'' (Choix d'Olschki n. 17436). L'autore, vissuto a Siena nel XVII sec., fu prete, cavaliere di S. Stefano e conte palatino. Apparsa per la prima volta a Padova nel 1635 (sono quindi inesatte le indicazioni bibliografiche fornite ''al benigno lettore''), questa raccolta di istruzioni, rivolte alla comunità cristiana, sulle varie congregazioni, sui tribunali di corte, sui ministri della fede e sui loro diritti e doveri, fu successivamente ampliata da frate Antonio Zaccaria e divenne una specie di completo regolamento per l'organico del Vaticano. La presente edizione prevede un aggiornamento al 1830 della serie dei patriarchi, arcivescovi e vescovi. Ottimo esempl. Per le ediz. apparse nel XVII sec. cfr. Olschki, Choix XI, 117436-17441; Michel-Michel V, pp. 68-70; Cat. Vinciana 962-966; BMC, XVII sec., pp. 507-508.
€ 250