FASSATI, C.

Reminiscenza della Villa Picenardi.

Lettera di una colta giovane dama che può servire di guida a chi bramasse visitarla. Cremona, Stamp. Feraboli, 1819, in-16, pp. (2), 31, (3), leg. cart. orig. Corredato di 33 tav. f.t. inc. in rame da Giov. Beltrami, riproducenti le iscrizioni ed i cippi marmorei conservati nel celebre villa nei pressi di Cremona (le tav. erano già state utilizzate dal Bianchi nella sua opera sui ''Marmi cremonesi''). Precedono notizie storiche sull'antica famiglia Picenardi desunte dal Tiraboschi. Non comune ''guidina''. Lozzi 1387.
€ 300