RUCELLAI, Giovanni

Rosmunda. Tragedia

di M. Giovanni Rucellai, Patrizio fiorentino. Nuovamente ristampata. In Fiorenza, appresso i Giunti, 1568,

in-8, pp. 48, caratt, corsivo, due capilettera istoriati, impresa tipografica dei Giunti sul titolo ed altra piccola in fine. Legatura moderna mezza pergamena. Dedica di Jacopo Giunti a Giovanvittorio Soderini. Pregevole edizione (la prima 1525) di questa breve tragedia in cinque atti, in endecasillabi sciolti, la prima, cronologicamente, delle tragedie moderne classicheggianti; deriva la materia da Paolo Diacono ed in parte ricalca "Antigone" di Sofocle. Il Rucellai (Firenze 1475 - Roma 1525) fu letterato (suo il noto poema didascalico "Le Api"), figlio di Bernardo, che istituì i celebri Orti Oricellari, e di Nannina de' Medici, sorella di Lorenzo il Magnifico. Ottimo esempl.

Decia-Delfiol I, n. 395. Gamba 1625, note. Regenstein e Clubb registrano altre ediz.
€ 850