ACCADEMIA DEL, BUON GUSTO.

Saggi di dissertazioni dell'Accademia Palermitana del Buon Gusto. Vol. I.

Palermo, Stamp. de' SS. Apostoli, presso Pietro Bentivenga, 1755,

in-4, pp. (16), LII, 337; leg. coeva p. perg. Emblema dell'Accademia inc. sul tit., testatine, finaletti ed iniz. silogr. e 4 tav. inc. f.t. (di cui 3 più volte ripieg.). Dedica dello stampatore a Pietro Filingeri, Principe di S. Flavia. Prima edizione di questo primo vol. che raccoglie nove importanti scritti concernenti la Sicilia (il II vol. raramente si trova unito perché pubblicato nel 1800, quasi mezzo secolo dopo!). Le 8 Dissertazioni accademiche sono precedute dal vasto ''Saggio sopra la storia letteraria, e le antiche Accademie di Palermo'' di Dom. Schiavo; del medesimo sono anche le disertazioni I, IV e VI (Della necessità, e de' vantaggi delle leggi accademiche; Sopra un talismano di rame degli Eretici Basiliadi; Sopra due tazze suggellate di creta del Museo Martiniano); la dissertaz. II (Delle leggi de' Siciliani) è di Nicolò Gervasi; la III (Delle Università di Sicilia) è di Gius. Santacroce; di notevole importanza archeologica è la dissertaz. V (Sopra un vaso greco-siculo figurato del Museo Martiniano) nella quale Salvatore Maria Di Blasi rivendica alla civiltà siciliana la lavorazione dei vasi detti greco-sicoli che fino ad allora era stata attribuita agli Etruschi; le dissertazioni VII ed VIII (Intorno all'utilità della storia naturale, spezialmente di quella di Sicilia; Sopra un vase di creta greco-siculo rappresentante le cistefore di Cerere) sono rispettivamente di Agostino Tetamo e Gaetano Barbaraci. Esempl. in buono stato (con ex-libris ms. coevo sul tit. ed usuali bruniture della carta).

Mira II, 310 (per l'opera compl.). Mira I, 74, 110, 418; II, 327, 339 e 404 (per le singole Dissertazioni). Cicognara 3323. 1.200