CORONA, Nicola

Saggio chimico, medico ed economico delle qualità venefiche del rame e della salubrità del ferro.

Roma, Gioacchino Puccinelli, 1796,

in-8, pp. XX, 235, leg. coeva p. perg. rigida, tit. oro al dorso, tagli rossi. Medaglia inc. al tit., iniz. ed alcuni deliziosi finaletti silogr. Dedica a stampa dell'a. (il cui nome si legge in fine) al card. Ignazio Busca, segretario di Stato di Pio VI. Prima edizione di questo trattato scientifico col quale l'autore vuole promuovere l'impianto di manifatture per il vasellame di ferro nello Stato pontificio. «Si tratta di un originale libretto ispirato da intenti scientifici e insieme divulgativi...; il C., preoccupato della salute dei cittadini e dell'economia dello stato, dimostra gli aspetti negativi della manifattura del rame, rilevando la pericolosità di questo metallo dal momento dell'estrazione a quello della lavorazione e dell'utilizzazione nel vasellame domestico. Al rame il C. contrappone il ferro "metallo indigeno e salubre"» (D.B. It., vol. 29, pp. 290-3). L'autore (nato a Sora, prov. di Frosinone, intorno al 1750) si accostò giovane alla cultura illuministica ed ai movimenti riformatori e condivise gli ideali della rivolzione francese; fu letterato e politico, occupandosi per lo più di problemi pratici ed economici (l'agricoltura dev'essere alla base dello sviluppo demografico e commerciale e si deve attuare la giusta distribuzione delle terre); fece parte del gruppo dei "giacobini romani", favorendo l'ingresso delle truppe francesi in Roma nel ‘98. Ottimo esempl. (tracce di timbro sul tit.).

Wellcome II, 393.
€ 700