PARIS DA MONTEFANO, Ludovico

Scala d'Araceli Moltiplicata.

Opera plena de meraviglie... In Roma, nella Stamperia d'Ignatio de Lazzari, 1652,

in-4, pp. (4), 188, 1 tavola con calcoli numerici (solo in parte conservata), legatura coeva in pergamena floscia. Le prime 29 pagine contengono una lunga dedica dell'autore ''al prodigioso S.Antonio di Padoa''. Si tratta di una curiosa opera tra matematica e mistica: tende a dimostrare, attraverso complicate moltiplicazioni, che in natura non esiste nulla che ''in quantita numerica arrivi al numero prodotto dalla moltiplicatione dupplicativa fatta sopra tutti li 124 gradini'' della scala dell'Araceli, mentre tale risultato matematico è ottenibile moltiplicando entità nella sfera del mistico (numero degli angeli, una scala per il Paradiso, i gradi della grazia santificante di Maria). Gli esempi sono elencati in 40 bizzarre comparazioni: acini di grano, formiche, gocce d'acqua, passi, voli d'uccelli, martellate de' fabbri, rintocchi di campane, movimenti delle palpebre degli uomini, lettere all'interno di un libro, dame vestite di perle... Dell'autore non è stata rintracciata alcuna informazione. Buon esemplare (eccetto per l'ampio strappo alla tavola f.t. e alcuni aloni d'umido al margine superiore; al titolo timbro di Biblioteca di Salisburgo e nota ms- coeva di possesso ''Collegii Lavonii Rupertini''). Raro trattato filosofico e scientifico.

Choix d'Olschki 17741. Riccardi I, 246: ''An exceedingly scarce and curious working of a sum in progression, similar to the nails of the horseshoe, but instead of ending with the 28th duplication, the calculating frae has extended it to the 24th, requiring a line of 38 figures to express the total''. Manca a Vinciana e Michel-Michel.
€ 1.100