STAHL, Georg Ernst

Specimen Beccherianum, sistens fundamenta, documenta, experimenta, quibus principia mixtionis subterraneae, & instrumenta naturalia atque artificialia demonstrantur.

Lipsiae, apud Joh. Ludov. Gleditschium, 1703,

in-8, pp. (8), 304, (16 su 20 mancando la parte finale dell'indice), legatura coeva in pelle (qualche spellatura, piccola mancanza tassello al dorso). Prima edizione singola di opera apparsa lo stesso anno come supplemento del lavoro di Becher ''Physica subterranea''. Importante studio soprattutto per la codificazione della teoria del flogisto, i cui elementi essenziali, tuttavia, furono di Becher. Propose inoltre una visione della fermentazione che per alcuni aspetti assomiglia a quella supportata da Justus von Liebig un secolo e mezzo più tardi. Grazie ai suoi studi gli stati tedeschi divennero la patria della chimica pratica e applicata alle manifatture. Lievi arrossature della carta.

Wellcome II, 125. Mellon 155. Ferguson I, 88.
€ 950