Egittologia - KIRCHER, Athanasius

Sphinx Mystagoga, sive Diatribe Hierogliphica, qua Mumiae, ex Memphiticis Pyramidum adytis erutae...

(Amsterdam, 1676), in-folio (390x245 mm), pp. (16), 72, (6), splendida legatura olandese coeva in pelle di scrofa, interamente decorata con bordure concentriche con fregi variati a secco, dorso a nervi ornato. Con numerose figure in rame o in legno n.t. e 5 tavole che raffigurano 2 grandi mummie, geroglifici (2 tav. ripieg. dopo pag. 46), un paesaggio con piramidi ("De coemiteriis", incisa da C. Decker) ed uno spaccato di una cripta (aggiunta una tavola doppia con la scritta in alto "inseratur tom. III inter folia 400 et 401", con ogni probabilità tratta dall'Oedipus aegyptiacus). Dedica dell'a. all'arcivescovo di Lione Camillo Neufvilkle. Prima ed unica edizione " & non ita pridem in Galliam trasmissae, justa veterum Hieromystarum mentem, intentionemque, piena fide & extra exhibetur Interpretatio. Amstelodami, ex officina Janssonio-Wesbergiana, anno MDCLXXVI" Opera erudita di egittologia, con descrizione di curiosità arcane (metempsicosi, reincarnazione, imbalsamazione, cerimonie e riti funebri ed occulti. ecc.). "Cet ouvrage, dont l'origine fut la découverte au château d'Ussé, en Touraine, de deux enveloppes de momies, est recherché du fait que, suivant Eliphas Lévi, il renfermerait la clef des hiéroglyphes sacrés que Moïse utilisa pour sa propre kabbale" (Dorbon 2390). Si tratta della più rara opera di Kircher, che offre i risultati delle sue ricerche sul sarcofago scoperto nel 1672 in Egitto e portato a Lione da M. de Four; richiese al Kircher di studiare le iscrizioni e i geroglifici, nonché l'abbigliamento della mummia ivi contenuta. La dotta descrizione dell'autore tratta dei funerali, della metempsicosi e della reicarnazione nella religione Egizia. Magnifico esemplare. Merril n.27. Sommervogel, IV, 1069.
€ 6.800