CODE NAPOLEON,

suivi de l'Exposé des motifs, sur chaque loi...; des Rapports faits au Tribunat...; des Opinions émises dans le cour de la discussion...

Et d'une table analytique et raisonnée des matières tant du Code que des discours. Paris, Firmin Didot, 1808-1810 (il I tomo in ristampa 1811), 10 vol. in-16, caduno di 300-500 pp. ca., in parte ancora intonsi, pregevole legatura del tempo m. marocch. verde oliva, tit. e filetti oro ai dorsi. E' dell'agosto 1800 l'idea di Napoleone di formare una commissione di giuristi che realizzassero quella grandiosa opera di unificazione del diritto, invano tentata da molti giuristi dell'Ancien Régime. ''Il Codice Civile che le armate napoleoniche diffonderanno attraverso l'Europa, riveste particolare importanza: praticamente realizza tuti i principi fondamentali che hanno ispirato la rivoluzione francese, laicismo assoluto del diritto, individualismo, uguaglianza di fonte alla legge, abolizione del diritto di primogenitura e dei privilegi, difesa del diritto di proprietà, ecc. In ottimo stato. Brunet II, 118 e Graesse II, 208 (entrambi registrano ediz. precedenti).
€ 1.200