JOHANNES DE SANCTO GEMINIANO

Summa de exemplis ac similitudinibus rerum, noviter impressa

Venezia, Giovanni e Gregorio de Gregoriis, de Forlivio, 12 luglio 1499.

in-4 (mm 172x127), ff. 396, di cui i primi 10 n.n. (vari errori nella numerazione: saltati i ff. 383 e 384, 386 segnato come 378), leg. ottocentesca in mezza pelle con tit. e filetti dorati sul dorso, tagli spruzzati. Impresso in carattere gotico su 2 colonne di ll. 48, con centinaia di iniziali silografiche istoriate, alcuni spazi bianchi con lettere guida, marca tipogr. a piena pag. in fine. Importante e non comune testo morale-scientifico di carattere enciclopedico redatto tra il 1298 e il 1314, con osservazioni su zoologia, mineralogia, anatomia, cibi e vini. La maggior parte degli "exempla" sono tratti dalla Bibbia, ma si fa riferimento anche a una serie di scrittori profani (Cicerone, Seneca, Plinio, Aristotele, Platone, Avicenna, Ippocrate, Galeno, Solino, Tolomeo) e forniscono associazioni mnemotecniche tra una serie di questioni morali e i diversi ambiti naturali che ne illustrano le caratteristiche. Edizione tratta dalla prima rarissima stampata in Italia nel 1497. Ottimo esemplare, con ampi margini, impresso su carta forte.

HC *7547. Klebs 562.5. BMC V, 351. Goff J-431. IGI 5357. ISTC N. ij00431000. Vaticana J-140. Manca al Bing.
€ 4.000