STATIUS, Publius Papinius

Sylvarum libri quinque. Thebaidos libri duodecim. Achilleidos duo. (Con:) Orthographia et flexus dictionum graecarum omnium apud Statium.

(In fine, f. C4, colophon:) Venetiis, in aedibus Aldi, mense augusto, 1502, 2 parti in un vol. in-8, ff. (256, bianco i8; 40 per la ''Orthographia''), leg. ottoc. p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Ancora aldina in fine al vol., spazi bianchi con lettera-guida per le iniz., car. corsivo. All'inizio del vol. dedica di Aldo a Giovanni Pontano ed all'inizio della ''Orthographia'' altra dedica a Marco Musuro. In fine alla ''Tebaide'' (f. G4) trovasi altro colophon col registro: ''Venetiis, in aedibus Aldi Ro. Mense Novembre M.DII''(e tale doppia data ha fatto pensatre a due edizioni diverse nello stesso anno). Prima edizione aldina di queste opere del poeta latino (Napoli ca. 45-96 d.C.), molto popolare alla corte di Domiziano e stimatissimo durante il Medioevo. Le ''Sylvae'' sono 32 originali poesie d'occasione (matrimoni, case di campagna, terme, oggetti d'arte, ecc.) indirizzate ad amici del poeta; la ''Tebaide'' tratta del conflitto tra i due fratelli tebani Eteocle e Polinice; la ''Achilleide'', rimasta interrotta al secondo libro per la morte del poeta, contiene la vita di Achille fino alla partenza per Troia. Bell'esempl., completo della ''Orthographia'' in fine che può trovarsi anche all'inizio del vol. e talvolta a sé. Renouard 35.7. UCLA I, 49. Adams S-1670 e 1683. BMC 646.
€ 3.500