RAMBAUDI, Francesco Antonio

Synodus dioecesana inclitæ abbatiæ SS. MM. Victoris atque Constantii ab illustrissimo et reverendissimo abbate Francisco Antonio Rambaudo habita in æ majori villaris s. Constantini diebus XVII. et XVIII septembris anni 1782. 

Augustæ Taurinorum : excudebat Joannes Michael Briolus abbatialis impressor, (1782),

in-8, pp. (8), 159, (1), leg. coeva in p. pelle (piccoli difetti al dorso e alle cerniere), titolo e fregi in oro al dorso, bella fil. in oro ai piatti, tagli azzurri. Edizione originale, rara. Francesco Antonio Rambaudi fu professore di teologia, direttore di coscienza della Regina Ferdinanda di Spagna ed abate prima dell'abazia di San Ponzio presso Nizza e quindi di quella del Villaro di San Constanzo a partire dal 1778. Tale abbazia fu per anni protagonista di accese questioni di giurisdizione tra gli abati suoi predecessori ed i vescovi di Saluzzo, fin quando, nel 1782, Rambaudi non inviò numerose lettere apostoliche con le quali ottenne l'indipendenza dell'abbadia dalla diocesi di Saluzzo. Indisse così, nel medesimo anno, un Sinodo che si tenne in settembre e i cui decreti di fede e predicazione sono raccolti nella presente opera. Non solo quello ivi descritto fu l'ultimo Sinodo tenutosi nell'abasia di Villaro, ma Rambaudo fu anche l'ultimo abate poiché di lì a poco, durante la dominazione francese, i beni abbaziali del Piemonte furono distratti. (Cfr. Semeria, Storia della chiesa metropolitana di Torino, 1840; p. 422).

Manno, III, 13922.
€ 140