Tariffa de' prezzi delle robbe medicinali da doversi osservare nella città di Siena e suo Stato. Principiando il dì primo Luglio 1727.

Siena, appresso il Bonetti nella Stamparia del Pubblico, 1727,

in-4, pp. 32, (2), in bella carta decorata dell'epoca, in elegante astuccio in pelle granata. Al titolo grande silografia di Santa Caterina incoronata di spine, che regge fiori e crocifisso. Il legno, certamente intagliato decenni prima, ha una frattura verticale al centro. Una vignetta con una pianta in vaso al f.2.  I medicinali, rimedi o essenze sono in ordine alfabetico ed è curioso il fatto che i 16 fogli successivi siano strutturati come una rubrica, ritagliati con la lettera relativa in inchiostro marrone. La pubblicazione sostituisce la tabella del 1701: di ogni prodotto questa riporta il prezzo in base alle misure di libbre, oncie, scropoli e granelli. Al secondo f., sotto l'invocazione  al nome di Dio  e di S.Caterina "nostra Avvocata", le istruzioni: "Siccome si debbon comporre in una medesima maniera tutt'i medicamenti secondo l'ordine del nostro Recettario ... tutti li Speziali vendino e prezzino in un medesimo modo le robe medicinali" e  introducendo  la norma che i prodotti non compresi nel prezziario siano proporzionali a quelli.  Curioso che gli Speziali della Maremma potessero aumentare del 15%. Benché destinato all'utilizzo pratico, questo prontuario è a grandi margini e ben rivestito e conservato (qualche alone di polvere o d'umido). Interessante per la storia dei prezzi delle medicine, è rarissimo, non censito in ICCU.

€ 900