TYNDALL, John

The glaciers of the Alps.

Being a narrative of excursions and ascents, an account of the orgin and phenomena of glaciers, and an exposition of the physical principles to which they are related. With illustrations. London, John Murray, 1860, in-8, pp. XX, (2), 444, 32 di catalogo edit., leg. edit. t. tela con impressioni a secco sui piatti e tit. oro al dorso. Corredato di 6 tavole f.t., in parte a colori, (l'antiporta che raffigura ''The mer de glace'' è una silografia di J. Cooper in bianco-nero), e 55 vignette silogr. n.t. Prima edizione di questa primo ed importantissimo lavoro di Tyndall dedicato all'alpinismo ed ai ghiaccciai, diviso in due parti, di cui la prima essenzialmente descrittiva (tra le altre cose vi narrano le due ascensioni del Monte Bianco e del Monte Rosa), la seconda scientifca. Com'è noto, l'opera contiene una nuova teoria circa la formazione dei ghiacciai, in contrasto con le ipotesi enunciate da J. Forbes. «Récits d'ascensions (Mont-Blanc, Finsteraarhorn, Mont-Rose) et dévelopment d'une théorie sur les glaciers, objet de la polémique avec Forbes» (Perret). L'autore (1820-1893) fu scienziato irlandese e valente alpinista (una delle guglie del Cervino sul versante italiano si chiama ''Pic Tyndall'' proprio perché fu lui a raggiungerla per primo). Ottimo esempl. Perret 4354: «Premier ouvrage important de Tyndall consacré à l'alpinisme et aux glaciers. Recherché en édition originale». Durio 1576. Neate T75. Meckly 205. Mathews 318. Garimoldi n. 26. Réan 143. Nava K/2. ACL 320.
€ 1.000