CARROLL, Lewis

Through the looking glass, and what Alice found there.

London, Macmillan, 1872,

in-8vo, pp. 224, legatura in tela editoriale, titolo oro al dorso, ai piatti triplo riquadro di filetti e al centro tondo con due profili differenti in oro, sguardie in carta blu scuro. Ex libris di "Lady Lees, Beachlands, Ryde, I.W." sulla sguardia anteriore, mentre su quella posteriore l'etichetta del legatore "Burn & Co" ed è applicato l'opuscoletto “To All Child-Readers of ‘Alice's Adventures in Wonderland'” (in-12mo, mm 71 x 122, 4 pp. di cui l'ultima bianca). Buon esemplare.

I primi due fogli del volume comprendono l'occhietto, la lista dei personaggi, la scacchiera e l'antiporta (protetto da velina) che, come le 50 illustrazioni, sono silografie dai disegni di John Tenniel.

"Alice" era stato stampato per la prima volta nel 1865 in un ristretto numero di copie. l'autore e l'illustratore essendo scontenti della scarsa qualità della stampa, insistettero affinché fosse rifatto, utilizzando un altro editore. Le edizioni del 1866 e del 1872 sono le prime rese pubbliche: The Looking-Glass venne posto in vendita per il mercato natalizio del 1871, anche se la data è dell'anno successivo. La sua uscita si rivelò essenziale per la comprensione del testo di Alice.

Rara edizione originale, prima tiratura: come testimoniano la persistenza dell'errore “in the wade” nel  Jabberwocky  (la poesia non-sense specchiata a pagina 21) non ancora corretto in “the pade”; nonché la presenza del rarissimo pamphlet "A tutti i bambini-lettori de Le avventure di Alice ", che venne inserito sciolto nelle prime copie dello Specchio pubblicate per il Natale 1871. Questo messaggio natalizio ai suoi giovani lettori non venne incluso nei testi di Carroll se non dopo la sua morte: “I have a host of young friends already, whose names and faces I know-but I cannot help feeling as if, through ‘Alice's Adventures', I had made friends with many other dear children, whose faces I shall never see”.

L'esemplare appartenne alla moglie di Sir John Lees, tra i maggiorenti della cittadina di Ryde, capitale dell'Isola di Wight. Lady Lees, nata nel 1850, per tre giorni nell'agosto 1892 tenne un'asta degli arredi e libri della villa di Beachlands: “Valuable Furniture, Ornamental China, Books, Silver Plate, Plated Articles and other effects”.

€ 4.400