VEER,, Gerrit de

Tre navigationi fatte dagli Olandesi, e Zelandesi al settentrione della Norvegia, Moscovia, e Tartaria verso il Catai, e Regno de' Sini,

dove scopersero il Mare di Veygatz, la Nuova Zembia.. .Nuovamente da da Giovanni Giunio Parisio tradotte nella lingua italiana. Venetia, Ieronimo Porro & Compagni, 1599,

in-4, ff. (4), 79 (1 f. bianco in fine), legatura moderna in pergamena floscia. Dedica di G.B. Ciotti a Gasparo Catanei, fregi ed iniz. silogr., testo in car. corsivo. Sul titolo vignetta inc. con navi in ''Nuova Zembla'' ed in basso la ''Aurora'', che è l'impresa tipogr. di G.B. Ciotti; al verso dell'ult. foglio preliminare incisione a piena pag. con la ''rosa dei venti'' e, framezzate al testo, 31 altre incisioni a mezza pagina (qualcuna ripetuta), di cui 5 sono carte geogr. e le altre raffigurano le navi di Willem Barendsz e scene delle sue spedizioni degli anni 1594-1597, una al f. 48 raffigurante l'"Incisione dell'orso" in seppia. Prima edizione della traduzione italiana di Giov. Giunio Parisio, eseguita su quella tedesca di Levinus Hulsius, dalla quale sono anche accuratamente copiati gli straordinari rami. L'opera, che era apparsa in olandese, latino e francese ad Amsterdam nel 1598, è la relazione coeva dei tre tentativi olandesi alla ricerca delle Indie attraverso il passaggio di Nord-Est. L'autore fu testimone degli avvenimenti ed uno dei dodici uomini che sopravvissero alla spedizione. ''A major work of Artic exploration, describing the three Barentsz voyages for the discovery of a northeast passage, two in company of Linschoten'' (Sotheby's). Buon esemplare, antica firma di possesso parzialmente leggibile al titolo (''del Marchese Sfond...''), margine inferiore bianco dei primi 2 ff restaurato.

BMC 713. Adams V-317. Mortimer, Italian, n. 521.
€ 6.200