CICERO, M. Tullius

Trium orationum,

in Clodium et Curionem De aere alieno Milonis De rege Alexandrino. Fragmenta inedita item ad tres praedictas orationes et ad alias Tullianas quatuor editas. Commentarius antiquus ineditus qui videtur Asconii Pediani scholia insuper antiqua et inedita quae videntur excerpta e commentario deperdito eiusdem Asconii Pediani ad alias rursus quatuor Ciceronis editas orationes omnia ex antiquissimis mss. cum criticis notis edebat Angelus Maius. Mediolani, typis Ioannis Pirotae, 1814, in-8, pp. XXXV, 144, leg. d'amatore in mezza pelle, piatti in tela, titoli e fregi in oro al dorso, sguardie decorate, in fine una tavola f.t. ripiegata. Prima Edizione. Frammenti ciceroniani inediti pubblicati per opera di Angelo Mai (1782 -1854), prelato bergamasco, cardinale nel 1838. Scrittore della biblioteca Ambrosiana, poi prefetto della Vaticana (1819). Filologo e paleografo, nel gennaio del 1820, appena un mese dopo che l'A. ebbe scoperto alcuni frammenti del terzo, quarto e quinto libro del ''De re publica'' di Cicerone, Giacomo Leopardi gli dedicò una notissima ode, intitolata «Ad Angelo Mai». Raro. Buon esemplare, stampato su carta forte, ad ampi margini, con barbe (leggere bruniture ai margini esterni dei fogli)
€ 230