Guerra e Pace. Scopri il nostro nuovo catalogo...

 

Ah, per me, dico, datemi la  guerra!
È meglio cento volte della pace, come il giorno è migliore della notte; la guerra è cosa viva, movimento, è vispa, ha voce, è piena di sorprese. La pace è apoplessia, è letargia: spenta, sorda, insensibile, assonnata, e fa mettere al mondo più bastardi che non uccida uomini la guerra.
(
William Shakespeare)

 

Ell'è tanto utile cosa questa pace!
Ella è tanto dolce cosa pur questa parola  - pace - che dà una dolceza a le labra! Guarda el suo opposito, a dire  guerra -!
È una cosa ruvida tanto, che dà una rusticheza tanto grande, che fa inasprire la boca.

(Bernardino da Siena)

 

 Cari clienti, amici e bibliofili,

siamo lieti di presentarvi il secondo "concept", sulla scia di Immagini in Movimento. Il filo conduttore questa volta è Guerra e Pace e nasce dall'idea di affiancare, in capitoli contrapposti, vari argomenti visti attraverso la doppia lente del conflitto e dell'armonia.  
Il catalogo, che consta di 8 capitoli, è diviso in due parti: la seconda uscirà  agli inizi di luglio.

 

 Guerra e Pace - Parte Prima

  1. Macchine in tempo di Guerra     
  2. Macchine in tempo di Pace   
  1. Fare la guerra      
  2. Giocare alla guerra

La prima dicotomia proposta riguarda le Macchine e si concentra sulle opere meccaniche progettate dall'uomo nei secoli, seppur per scopi opposti. In questi due capitoli da una parte si schierano i trabucchi, le torri d'assedio, l'artiglieria, mentre dall'altra troviamo macchine agricole e idrauliche, torchi e argani e strumenti musicali. Ogni invenzione nasce da una sfida, con gli altri o con sé stessi; sfogliando i volumi che abbiamo voluto mettere a confronto potremo constatare che, nell'antichità come ai giorni nostri, un meccanismo progettato per intenti bellici quasi certamente troverà una sua applicazione in tempo di pace e viceversa, decretando un unico vincitore, almeno morale: l'ingegno umano.

La seconda coppia di capitoli mette a confronto l'arte di fare la Guerra con la competizione agonistica e il gioco. E' evidente che anche in tempo di pace, la guerra venga comunque esercitata nei suoi vari aspetti, fisici e strategici. Dunque l'armata dei libri che “giocano alla guerra” schierano dalla loro parte: tornei cavallereschi, tenzoni giocose, parodie di soldati, e giochi di strategia. A sfidarli troviamo volumi di disciplina e tattica militare, biografie di condottieri, manovre di fanteria e cavalleria.
Curioso notare come, in tempo di pace e di guerra, l'arte della scherma abbia sempre avuto una notevole diffusione. Alcuni trattati affrontano la disciplina marziale in modo pratico e funzionale, per combattere ed uccidere, insegnando ad esempio “diverse maniere, e modi di parare, e di ferire di spada sola, e di spada, e pugnale”; altri libri di scherma sono più giocosi, cortesi e leggeri, trattando della parata militare con picca e bandiera, e delle "Riverenze come si debbano fare lor distintione da Cortegiani, da Innamorati e da Soldati". A nostri lettori lasciamo la curiosità di scoprire, pagina dopo pagina, quali volumi si affrontino in questa tenzone, tutta letteraria, che abbiamo voluto immaginare.

Vi diamo appuntamento a luglio per la seconda parte del catalogo, di cui vi anticipiamo i 4 capitoli:

Guerra e Pace - Parte Seconda

  1. Fortificazioni e Architettura in tempo di Guerra
  2. Costruzioni e Architettura in Tempo di Pace
  1. La battaglia dei libri - The battle of the books
  2. La Battaglia degli Uomini

Qui potete scaricare il link al catalogo : https://drive.google.com/file/d/0B2Ib5QQUHLc_c3pETDJfWkhWYUU/view