TEJA

Carnovale di Torino 1858. Terrazzo del Circolo degli artisti.

Torino, 1858, Litografia originale (cm. 47,5x33,5) firmata sulla pietra litografica in basso a destra: ''Teja''. Veduta prospettica di uno dei terrazzi di un palazzo di Via Po, addobbato per l'occasione a cura del Circolo degli artisti, con una grande pupattola in crinolina sotto la quale stanno gli spettatori che assistono alla sfilata dei carri allegorici del carnevale. Nel 1858 la Commissione preposta all'organizzazione del carnevale, presieduta dal commendator Giuseppe Moris, commerciante e consigliere comunale, allestì uno spettacolo dal titolo Il trionfo di Bacco, e fu affiancata da un gruppo di pittori e scultori, tra i quali Carlo Pittara, Casimiro Teja, Camillo Marietti, che proprio in quell'anno avevano fondato il Circolo degli artisti, con sede presso il Caffè Venezia in via Po. Casimiro TEJA (PUFF). Torino,1830-1897. Per lungo tempo definito il ''principe dei caricaturisti piemontesi'', fra i protagonisti della locale Scapigliatura, nacque e morì a Torino. Pochi sanno che è a lui che si deve la proverbiale imprecazione ''Piove, governo ladro!'' Piccolo difetto nella piega centrale. Collezione Simeom, D 1936. Peyrot, II, n. 575.
€ 400