Il Callotto Resuscitato.

Augsburg, Elias Baeck, 1720 ca.,

Incisioni in rame (mm 300x200 compresi i margini) di J. Folkema  ed  altri artistidai disegni di G. Koning. Raffigurazioni grottesche e satiriche di professioni, vizi e caratteri tipici della commedia dell'arte. In calce, in carattere corsivo e gotico, seguono la descrizione del personaggio e 4 versi in tedesco, fiammingo, francese o italiano. Ogni incisione è racchiusa entro stupende bordure grottesche con figure, lungo il cui lato inferiore si sviluppa una scenetta con altre caratterizzazioni satiriche. Stupende incisioni tratta dalla rara serie pubblicata ad Amsterdam nel 1715 con il titolo "Le mond plein de fols ou le theatre des nains". Il riferimento a Callot citato nel titolo si deve alle affinità con la serie dei Gobbi e dei Balli di Sessania. (Caduna €250)

 

 

 

 Graesse IV,574. Brunet III, 1822-23. Cohen 722-23. Lipperheide 3548.

€ 250