Il cane barbino.

Bassano, Remondini, seconda metà del XVIII secolo, Silografia (cm 24,5 x 25 e margini) con coloritura a maschere. Titolo in alto a sinistra. La matrice in legno fu con ogni probabilità ripresa da una matrice più antica ormai consunta dall'uso di decine di migliaia di tirature. L'immagine del Cane Barbino, spesso unita a quella del Gatto Domestico, è una delle più note della intera produzione remondiniana, tanto che Achille Bertarelli le dedicò una tavola a colori della sua fondamentale opera del 1929. Tra le più note e ricercate stampe popolari. Perfetto esemplare. Bertarelli, 1929 tav.II ; Infelise-Marini ,1990 n.42; Zotti Minici, 1996, n. 1570.
€ 4.600