De pace Constantiae Dominici Carlinii disquisitio, accedit eiusdem auctoris dissertatio apologetica de rescripto imperatoris Diocletiani adversus Manichaeos

Verona, Agostino Carattoni, 1763,

In-4, pp. XII,340 con alcuni finalini, testalini e capilettera ornati. Legatura in cartone originale alla rustica. Il volume approfondisce i fatti che portarono alla Pace di Costanza tra le città che formarono la Lega Lombarda e Federico II di Svevia. Al fondo del volume, sempre del Carlini e con occhietto proprio, si trova una dissertazione tra l'Imperatore Diocleziano e i Manichei. Volume freschissimo in barbe.

Al contropiatto anteriore ex-libris inciso tardo settecentesco - con stemma marchionale della panoplia con lo scudo con al centro una stella - della famiglia Dionisi, tra le più antiche della nobiltà di Verona: il marchese Gabriele (1719-1808) fu l'artefice della ristrutturazione della villa a Ca' del lago di Cerea nonché del riordino e aggiornamento della biblioteca. La famiglia Dionisi aveva destinato al piano nobile la funzione di libreria e sala di lettura, precoce esempio di centro culturale dove si riunivano artisti e letterati. Dopo la dispersione delle migliaia di volumi del fondo antico, conserva ora i libri sul mobile d'arte contemporaneo della Fondazione Aldo Morelato.

€ 400