ARENIO TRIENSE

Ermione, tragedia di Arenio Triense P.A. ed A.T. da rappresentarsi nella sala degli Imperiti l'anno 1790.

Roma, nel Negozio Nicoli a Monte Citorio, (1790),

in-8., pp. (4), 71, (1); attraente leg. mod. in mezza pergam., tassello sul piatto ant. con tit. oro. Antiporta inc. in rame Aloy. Pizzi sculp., front. inciso con bordura decor. e vignetta. Prima edizione della curiosa tragedia in cinque atti in versi ambientata a Delfi nella Reggia di Pirro. Dell'autore Arenio Triense, sicuramente pseudonimo di un poeta arcade appartenente all'Accademia romana degli Imperiti, non si sono reperite notizie certe se non un ipotetico accostamento con l'abate Franceschi Ignazio di Busseto (cfr. Lancetti). Bell'esempl. (alcuni lievi aloni d'umido).

Lancetti, Pseudonimia, 34.
€ 135