RICCOBONI, François

L'art du Théâtre, a Madame ***.

Paris, chez C.F. Simon et Giffart, 1750,

in-8, pp. (8), 102, (2), leg. del tempo p. pelle marmorizz., tit. e fregi oro al dorso (con piccola mancanza), tagli rossi. Prima edizione di questa rara opera del Riccoboni (Antoine-François-Valentin, figlio di Luigi, detto ''Lelio Fils'', nato a Mantova nel 1707 e morto a Parigi nel 1772). In essa l'autore ''intese dare forma pratica alle teorie formulate da suo padre. Pur predicando come lui il culto della naturalezza, A.-F. definiva i limiti della sincerità e della sensibilità dell'attore, il quale non può esprimersi con efficacia se non nell'assoluta padronanza dei propri mezzi. La controversia avviata su questo problema tra Lelio padre e Lelio figlio diede origine al dibattito immortalato da Diderot col ''Paradoxe sur le comédien'' (Encicl. Spettacolo VIII, 943-4). L'opera fu tradotta in italiano ed apparve a Venezia nel 1762. In fine è allegata l'opera anonima ''Varietés amusantes et instructives'', Paris, J. Clousier, 1749. Bell'esemplare.

De Courville n. 652. Cat. Rasi p. 491.
€ 580