Lettera Scritta, e Dedicata a D. Girolamo Ambrogio de LangmantelNella quale si accennano le prerogative del detto Microscopio e sua composizione, con molte sperienze fatte, con la dimostrazione della figura parabolica, e con alcuni disegni de gl'ingrandimenti, che porta il medesimo. 

Roma, nella Stamperia di A.Komarek, all'Angelo Custode, 1686,

in-4, pp. 12, compreso il frontespizio con vignetta xilogr.; raffinata legatura d'amatore in m. marocchino, il dorso interamente decorato ai piccoli ferri, il titolo e le note tipografiche perfettamente dorate in carattere finissimo. Rarissima edizione, forse la prima relativa al microscopio. Tortoni è considerato l'inventore dello strumento, piuttosto che l'inglese Joseph Wilson. Secondo Clay & Court per primo presentò all'Accademia fisico-matematica Romana "on August 5, 1685. The tube was 2 inches long and 2 scruples radius. It was composed of five parts, each joined by a screw to the succeeding part, and it could be divided into a microscope and an eyeglass". La sua descrizione apparve lo stesso anno negli ''Acta Eruditorum Lipsiae'', attribuendo al Tortoni una meritata fama. Il Giornale dei Letterati per tutto l'anno MDCLXXXVI, p. 117 menziona “… come viene accennato dal signor Tortoni al sig. Langmantel stampata l'anno 1686”. Il frontespizio di questa prima descrizione separata porta la data del 1686, e la lettera fu rilasciata da Roma, il 7 dicembre 1686 come risposta tardiva ad una lettera inviata da Langmantel il 12 aprile. Questa lettera di 12 pagine uscì l'anno prima delle 6 fogli delle Due Sorti di Microscopi Tortoniani edita dallo stesso Komarek con due tavole nel 1687. Buon esemplare, probabilmente mancante di una delle due tavole che vennero ripubblicate l'anno successivo.

 

 Non in Riccardi; Clay and Court, The History of the Microscope, pp. 41-42 & 79.

€ 480