()

Statuta Civitatis Cenetae

Pinelli, 1772,

In-4°, pp. 84, cartone originale decorato. Al frontespizio bella vignetta incisa con il leone di San Marco. Bellissimo esemplare in carta forte e ampi margini.

 Ceneda ha una storia assai antica, già nel Vi secolo viene citatacome Keneta nel VI secolo, toponimo di origine celtica. È sicuro invece che in età romana rappresentasse un insediamento di una certa importanza. Tuttavia Ceneda non ebbe mai il carattere di vera e propria città, in quanto la sua evoluzione fu impedita dall'accrescersi della vicina Serravalle. La diocesi di Ceneda, già suffraganea del Patriarcato di Aquileia esiste tuttora, ma dal 1939 rientra nella Diocesi di Vittorio Veneto di cui oggi è un quartiere.

 Catalogo Senato II, 149

€ 450