LANCELOT, Antoine.

Naudeana et Patiniana, ou singulatitez remarquables prises des conversations de Mess. Naudé et Patin.

Seconde édition revue, corrigée et augmentée d'Additions...Amsterdam, Fr. Vander Plaats, 1703, 2 parti in un vol. in-12, pp. (16), 256; 132, (12, ult. 2 bb.); leg. del tempo p. pelle. Tit. a stampa rossa e nera. Le pp. 237-256 della prima parte contengono il ''Catalogus omnius operum'' di G. Naudé. Seconda ediz. ampliata e migliorata (la prima era apparsa a Parigi due anni prima) di questa raccolta di ''Mémoires'' tratte, secondo quanto afferma l'autore nella prefazione, da un manoscritto di cose inedite dei due scrittori amici Gui Patin (1602-1672) e Gabriel Naudé (1600-1653, il celebre bibliografo e bibliotecario di Richelieu e Mazarino). Vi sono contenute centinaia di brevi bio-bibliografie di autori più o meno noti, generalmente dei sec. XV-XVI, che hanno scritto opere su argomenti delicati o ''tabù'' per quell'epoca, quali religione, magia, Gesuiti, Papato, libertà di pensiero, ecc. (in linea con la più celebre opera del Naudé ''Apologie pour tous les grands hommes qui ont esté accusez de magie''). Da Barbier apprendiamo che l'opera fu composta dall'erudito parigino Ant.Lancelot (1675-1740) e la pubblicazione fu curata da Pierre Bayle, il celebre critico e storico protestante. Per lo spirito riformistico ed anti-gesuitico di cui è pervaso, questo libro fu sicuramente messo all'indice. Barbier III, 399. 320