PICCOLOMINI, Augustinus Patritius

Rituum Ecclesiasticorum sive Sacrarum Cerimoniarum SS. Romanae Ecclesiae libri tres

non ante impressi. (In fine:) Venetiis, Gregorii de Gregoriis fratres, 21 nov. 1516, in-folio, ff. (6), CXLIII, (1b.), leg. settec. p. perg. rigida, tass. in pelle con tit. oro al dorso, tagli cesellati e dor. (quello super. annerito). Nei fogli prelim. il privilegio papale e del Senato Veneto, l'indice e la lettera di dedica a Papa Leone X (Giovanni de' Medici) da parte dell'arcivescovo di Corfù Cristoforo Marcello. Testo in nitidissimo car. rom., spazi con lettera-guida per le iniz. Con 3 grandi magnifici legni (mm. 95 x 125) all'inizio dei tre libri, raffig. il Papa in diverse situazioni cerimoniali. Prima edizione di quest'opera importantissima per la storia della Chiesa, la quale sopperì alla necessità di riunire in un'unica raccolta le prescrizioni da osservarsi nella sacra liturgia. Agostino Patrizi, detto Piccolomini, cerimoniere pontificio, l'aveva compilata fin dal 1488, dedicandola ad Innocenzo VIII, ma ''la compilazione rimase inedita fino al 1516, quando Cristoforo Marcello, fatte alcune mutazioni, la pubblicò e dedicò a Leone X senza presentarsi come autore. Contro il Marcello, il Grassi, allora cerimoniere pontificio, fece un'acre requisitoria...per la divulgazione delle cerimonie pontificie, il che per lui significava esporle al disprezzo. Tuttavia il libro ebbe molte edizioni...'' (Encicl. Catt. III, 1317-8). Bellissimo esempl. su carta forte, a grandi margini (alcune antiche note di possesso e forellini di tarlo sul tit., rare sottolineature e postille di mano coeva qua e là). Sander 5662. Essling 1905. STC It. 383. Adams L-976.
€ 2.900