DESCRIZIONE del TELEGRAFO

con rami.

Preceduta da una introduzione istorica sui segnali militari, accompagnata da altre interessanti notizie, e dalla spiegazione in caratteri ordinarj di una tavola ideale scritta in caratteri telegrafici. Torino, 1807,

in-8, pp. 16, brossura in carta decorata. Con 4 tavole f.t. incise in rame raffiguranti la stazione del telegrafo ad asta del Louvre, l'alfabeto morse e un testo in codice. Si tratta della traduzione italiana di un testo tedesco apparso a Leipzig nel 1794 in cui vengono descritti i progressi nella tecnica sino all'invenzione di Chappe del telegrafo ad asta, così definito in quanto su una torre era installato un braccio rotante che portava alle estremità due bracci minori. Il tutto era manovrabile per assumere configurazioni standardizzate corrispondenti a lettere, numeri e ordini di servizio. Da una postazione successiva, distante diversi chilometri, un addetto dotato di cannocchiale riceveva il messaggio e contemporaneamente lo ripeteva in modo che lo si vedesse dalla stazione successiva. La prima linea fu aperta nel 1794 tra Parigi e Lilla. Il sistema ebbe successo e nei decenni seguenti si sviluppò una rete di centinaia di tali segnalatori telegrafici. Ottimo esemplare di rarissimo opuscolo, censito in una sola Biblioteca pubblica italiana.

€ 400