OVIDIO NASONE, Publio

Le Metamorfosi di Ovidio, tradotte in versi italiani da Clemente Bondi.

Parma, co' tipi bodoniani, 1806, 2 vol. in-8 piccolo, pp. XIV, (2), 399, (5, ultimo f. bianco); (4, di cui il primo f. bianco), 341, (3), legature coeve in mezza pelle e angoli, tit. oro e filetti ai dorsi (lievem. sciupati gli spigoli). Precede il testo dedica del traduttore a Maria Beatrice d'Este, arciduchessa d'Austria. Clemente Bondi (1742-1821), letterato originario di Parma, fu tra i più importanti volgarizzatori nel XVIII secolo, insieme, ad esempio, ad Arnaldo Tornieri, Vittorio Alfieri (cfr. Gamba). Ottimo esemplare. Brooks 1001. Gamba 2549.
€ 700