SUSIO, Giovanni Battista

Libri tres. De venis edirectò secandis;

in quibus Matthaei Curtij...sententia defenditur, adversus Andream Turinum, Benedictum Victorium, Victorem Trincavellium, et Andream Vesalium. Cremonae, apud Vincentium Comitem, 1559, in-4, ff. 63 (per errore num. 64), (1b. presente). Leg. coeva p. perg. Frontespizio entro bella bordura silogr. formata da 4 legni, iniz. silogr. Dedica a Federico Gonzaga. Prima edizione di questo testo sulle vene ed il sangue, in cui l'autore sostiene il pensiero del suo maestro M. Corte, contro i pareri degli altri medici del tempo: contro Andrea Turini si disquisisce nel primo libro, contro Benedetto Vittori nel secondo e finalmente contro Vittore Trincavelli ed Andrea Vesalio nel terzo. Il Susio (Mirandola 1519-1583), illustre medico e letterato, esercitò la professione a Padova, Roma, Venezia ed in Toscana; oltre ad opere di medicina, ne scrisse svariate altre, tra cui una "sulla ingiustizia del duello", nonché il "Libro del conoscere la pestilenza... dove si mostra, che in Mantova non è stato male di simil sorte l'anno 1575". Rarissima edizine scientifica cremonese (solo 2 copie in Italia). Ottimo esempl., a grandi margini (lievissimo alone in alto). Manca a molte bibliografie (Wellcome, Osler, Durling, Univ. Manchester, Adams). STC 653.
€ 4.000