PLUTARCUS

Opuscula LXXXXII. Index Moralium omnium, & eorum quae in ipsis tractantur...

Venetiis, in aedibus Aldi & Andreae Asulani Soceri, mense Martio MDIX. (Moralia, Graece, ed. Demetrios Dukas. Aldo Manuzio, 1509), in-4 grande (284x172 mm), pp. (16), 1050, f. 1 con àncora al verso, attraente legatura inglse in pelle, piatti con riquadro di filetti e fregi angolari alla Du Seuil, dorso a nervi ornato con doppio tassello, uno dei quali recante l'iscrizione "Clogher Library 1823" in oro, tagli rossi, ex libris nobiliare al contropiatto e "Collegii Lugd. SS. trinitatis Soc. Jesu cata: inscript. 1682" manoscritto al frontespizio. Ancora aldina sotto il titolo, testo interamente in car. greco, tranne titolo, dedica e colophon. Editio princeps dei ''Moralia'' di Plutarco di Cheronea (46-120 d.C.). Nella lettera di dedica a Jacopo Antiquario, il quale gli aveva fornito due codici di Plutarco (appartenuti al Cardinal Bessarione ed oggi nella Biblioteca Marciana di Venezia; cfr. Renouard 55.1), Aldo esprime la sua gratitudine per l'ospitalità ricevuta a Milano nel 1506, ne loda la moralità e ricorda la profonda amicizia che li lega. Il lavoro di redazione per questa poderosa edizione ebbe inizio nel 1506, e con D. Dukas collaborò anche Erasmo da Rotterdam; i manoscritti utilizzati furono quelli appartenuti al Cardinale Bessarione, oggi nella Biblioteca Marciana a Venezia (Renouard 55/1). Nonostante il titolo, il testo comprende questioni di religione, politica, letteratura, fisica e medicina, tra cui il dialogo sul problema della Provvidenza, quello sulla musica e «sulla faccia che si vede nella luna». I nove libri delle «Questioni conviviali» riguardano ognuno 10 problemi posti in banchetti con amici. Edizione tra le più voluminose (consta di ben 534 fogli), e tra le più rare di Aldo; da segnalare l'impiego di 2 diverse àncore nella stessa edizione: Fletcher f2 sul frontesp. e f1 in fine. Edizione di assoluta rarità, come tutte le aldine uscite verso la fine del primo decennio del Cinquecento, e tra queste di gran lunga la più importante dal punto di vista testuale; è da rilevare la scarsissima produzione di Aldo in quel periodo: in 6 anni, dal 1506 al 1511 compresi, uscirono solo 8 edizioni. La biblioteca Clogher oggi fa parte della John Rylands University Library of Manchester e fu acquisita nel 1953 quando la collezione della biblioteca diocesana della Chiesa d'Irlanda fu dispersa. Ottimo esempl., puro e marginoso (piccolo restauro sul margine bianco della p. 309, foro di tarlo che non tocca il testo su poche carte, qualche piccola macchia sulla prima e sull'ultima carta, lievi abili restauri alla legatura). Renouard 55.1. UCLA 84. Laurenziana 103: ''uno dei più cospicui lavori tipografici prodotti da Aldo... Anche Erasmo collaborò all'edizione di Plutarco''. Adams P-1634.
€ 32.000